Volantino nuova apertura: cosa non deve mancare

Volantino nuova apertura cosa non deve mancare

Sei alle prese con l’apertura del tuo nuovo negozio. Hai un’impresa locale e vorresti che arrivasse voce al maggior numero di persone che ora ci sei anche tu, con i tuoi servizi o prodotti.

Non puoi certo dimenticarti di destinare una parte del tuo budget per pubblicizzare al meglio il giorno dell’apertura. Vuoi che sia un successo.

Tra le varie cose, hai deciso di creare dei volantini da distribuire nei punti di passaggio del tuo target di riferimento e vuoi che siano il più efficaci possibile.

Bene, da dove iniziare?

Cosa non deve mancare nel volantino di inaugurazione

Qualche giorno fa mi sono imbattuta per caso nell’inaugurazione di una nuova lavanderia sotto casa di mio padre. Facendo due chiacchiere a fine giornata con il proprietario, ho capito chiaramente che non era molto soddisfatto dell’affluenza di persone, insomma, si aspettava arrivasse molta più gente.

Eppure il locale era prontissimo per questo giorno importante, il buffet era ricco e la pubblicità non era certo mancata. Ma qualcosa non era andato nel verso giusto.

Uscendo dalla lavanderia ho preso per istinto il volantino che era stato distribuito per l’occasione (deformazione professionale, i mezzi pubblicitari sono una calamita irresistibile per me, si sa) e di primo acchito mi è apparso molto ben fatto… l’immagine era pertinente, i dati corretti, nell’insieme era davvero gradevole, ma mancava qualcosa. Qualcosa di fondamentale.

La data e l’ora dell’inaugurazione.

Non potevo crederci, ho riletto tutto di nuovo… nessuna traccia della data.

Ecco, partiamo da qui, sembra ovvio ma questo esempio lo dimostra benissimo, non dimenticatevi delle informazioni essenziali!

  • Nome della nuova attività. Logo in bella vista, mi raccomando.
  • Data e ora dell’inaugurazione. Se avete scelto un’inaugurazione che dura tutta la giornata, meglio indicate anche l’orario in cui troveranno il buffet, se è previsto.
  • Mappa con l’indirizzo. Magari con una freccia che indica chiaramente il punto sulla cartina. Non mettete mai nulla per scontato.
  • Brevissima descrizione dei servizi o prodotti. Senza dilungarsi troppo, solo l’essenziale per bene definire cosa offre la vostra attività.
  • Contatti. Non dimenticate mai di indicare il vostro sito e la pagina Facebook (non hai ancora un sito internet ne una pagina FB? Male, dovrai leggere l’articolo che ho dedicato all’argomento!)

 

Che aspetto deve avere il tuo volantino

Parola d’ordine è: essenziale. Per essere efficace un volantino deve essere ESSENZIALE!

Mai lasciarsi prendere dalla smania di inserire più cose possibili. Spesso si fa l’errore di voler indicare tutto, ma tutto significa niente. L’effetto finale è di una marea di scritte tra le quali perderanno sicuramente di efficacia quelle davvero importanti.

Limitati ad inserire solo quelle informazioni di cui ti parlavo prima.

Questo si tradurrà in un volantino chiaro, leggibile ed efficace.

Gioca sugli effetti cromatici e scegli dei colori che possano richiamare il tuo tipo di attività.

Mi spiego meglio: se vendi giocattoli per bambini, prediligi colori vivaci che richiamino l’allegria, il gioco, l’arcobaleno, se invece vendi prodotti assicurativi magari è più coerente una scelta cromatica vicino al grigio o al blu.

Non perdere mai di vista il tuo target di riferimento, il tuo cliente tipo. é a lui che devi fare riferimento per la scelta degli accostamenti cromatici.

Altro elemento importante per curare l’aspetto del tuo volantino è la scelta della parte figurativa. Scegli un’immagine pertinente e mettila al centro del tuo volantino.

Di grande importanza ha anche la scelta della carta. Senza addentrarmi in tecnicismi, ne riparleremo in magari in un articolo dedicato, mi sembra importante consigliarti di usare una carta patinata lucida/opaca con una grammatura non inferiore ai 120 gr.

Dovrai investire qualche euro in più ma avrai garanzia che i tuoi volantini non vengano cestinati dopo pochi secondi. La carta più sottile ed economica rischia di dare l’ inevitabilmente percezione di poca cura, non credo sia questo l’effetto che desideri.

 

Come attirare l’attenzione del tuo target

Cos’è che attira l’attenzione più di mille parole?

Beh, questa è facile, scommetto che lo sai benissimo anche tu: un’immagine efficace.

Noi tutti siamo immediatamente colpiti dalle immagini e in un volantino che si rispetti non può mancarne una accattivante che richiami in modo chiaro e univoco i servizi o prodotti della tua attività.

Tornando al nostro simpatico amico della lavanderia. Sul suo volantino era stampato in posizione centrale proprio una bella illustrazione di una lavatrice, con bolle e schiuma al seguito. Anche senza leggere nulla potevi subito intuire di cosa trattasse il suo negozio. Ottima scelta.

Se con l’immagine il tuo potenziale cliente capisce subito di cosa tratta la tua attività, con una frase che lo chiama in causa potrà decidere invece di leggere con più attenzione il tuo volantino… e magari trovare la spinta per venirti a trovare.

Cosa intendo per frase che lo chiama in causa?

Intendo una domanda che identifichi le esigenze e i bisogni proprio del tuo cliente tipo.

Ti faccio un piccolo esempio: se nel volantino della nostra cara lavanderia avessi letto questa domanda “Vuoi avere capi profumati e puliti in solo un’ora?” e tu fossi sempre di fretta, non ti verrebbe la curiosità di capire di cosa si tratta?

Il tuo potenziale cliente deve immediatamente capire che da te troverà la soluzione che cercava. Deve pensare: ecco dove posso trovare quel prodotto x che risolve il mio problema y. Vado proprio a dare un’occhiata.

Bingo!

 

 


REALIZZAZIONI GRAFICHE SU MISURA PER TE

Vuoi un preventivo gratuito?

Contattaci


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *